info@aksilia.com
+39 351 8661301
+39 02 40703351

ISO 27001: la certificazione per la sicurezza delle informazioni

ISO 27001: la certificazione per la sicurezza delle informazioni

La certificazione ISO 27001 è lo standard internazionale che descrive le best practices per un sistema di gestione della sicurezza delle informazioni. Che cosa significa? Ottenere una certificazione accreditata di questo tipo consente di dimostrare che la tua azienda sta seguendo tutte le azioni consigliate in merito alla sicurezza delle informazioni. Avere un controllo indipendente e qualificato circa la sicurezza delle informazioni dà forza e coerenza anche agli stessi obiettivi aziendali.

Un passo indietro: che cosa sono gli standard ISO

ISO è l’acronimo di International Organization for Standardization, la più importante organizzazione mondiale per la definizione di norme tecniche.
La ISO è un’organizzazione non governativa composta dai membri delle relative formazioni statali. In Italia, ad esempio esiste l’Ente nazionale italiano di unificazione (UNI), che si occupa della standardizzazione dei processi di varia natura. L’importanza degli standard ISO è fondamentale per tutte le imprese che vogliono garantire ai clienti il rispetto di norme riconosciute a livello globale e vogliono usare tale strumento come leva di interesse verso i mercati internazionali.

Dal 1947, anno di nascita della ISO, l’organizzazione ha pubblicato oltre 22.000 standard, ognuno dei quali si occupa di un aspetto specifico dell’attività di impresa. Tra queste, le più diffuse sono la ISO 9001, dedicata alla gestione della qualità all’interno dell’azienda, la ISO 14000 per la gestione ambientale, la ISO 45001 che riguarda la sicurezza sul lavoro e la ISO 50001 aiuta le aziende a gestire la loro performance aziendale.

Perché scegliere la ISO 27001:2005

Con ISO 27001:2005 si indica il documento normativo di certificazione al quale l’organizzazione deve attenersi per costruire un Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni che possa essere certificato da un ente indipendente. E’ fondamentale sottolineare che l’informazione costituisce un valore per l’azienda, anche sotto forma informatica. Ecco perché ogni impresa deve essere in grado di garantire la sicurezza dei propri dati. Ancora di più, in un contesto fortemente digitalizzato come questo che stiamo vivendo a seguito della pandemia da Covid-19.
Sono infatti all’ordine del giorno numerosissime violazioni dei sistemi di sicurezza aziendali.

L’obiettivo dello standard ISO 27001:2005 è quello di proteggere i dati e le informazioni da minacce di ogni tipo, al fine di assicurarne l’adeguata conservazione, la riservatezza e la disponibilità. Per riuscire in questo proposito è necessario fornire i requisiti per adottare un adeguato sistema di gestione della sicurezza delle informazioni (SGSI) finalizzato ad una corretta gestione dei dati sensibili dell’azienda.
Questa norma è trasversale ed è quindi applicabile alle imprese operanti nella maggior parte dei settori: dalla finanza alle telecomunicazioni, dalla produzione manifatturiera ai servizi, dai trasporti agli Enti governativi.

ISO 27001

L’approccio per processi

L’impostazione dello standard ISO 27001 si basa sull’approccio per processi, in cui ogni fase è propedeutica alle altre: solo attraverso un’analisi integrata, infatti, è possibile massimizzare il risultato.
Quali sono le fasi da seguire?
Prima di tutto è importante fare un’attenta indagine interna all’azienda, affinché l’obiettivo da perseguire sia coerente con il percorso da intraprendere. Ecco perché la prima azione da compiere è quella di identificare l’ambito del progetto per poi assicurarsi il budget necessario alla realizzazione delle best practises previste dallo standard. Contestualmente, serve un adeguato coinvolgimento del personale dedicato per avere sotto controllo ogni aspetto legale, normativo e contrattuale. A questo punto, bisogna effettuare una valutazione del rischio.
Giunti a questo livello, entra in gioco il cosiddetto modello PDCA, chiamato anche modello di Deming.
Con questo acronimo si indicano le fasi da espletare che rispondono a questo schema:

  • Plan: pianificazione;
  • Do: applicazione in via sperimentale di ciò che è stato impostato;
  • Check: controllo dei risultati e verifica dell’efficacia;
  • Act: implementazione delle azioni in base a ciò che è stato verificato.

Questa modalità di operare ricorda l’impostazione di ogni strategia di project management, capace di perseguire, passo dopo passo, il raggiungimento degli obiettivi stabiliti.
Dopo aver fatto la valutazione dei rischi, è necessario sviluppare la documentazione del sistema di gestione, utile per standardizzare la modalità di agire. In questo processo di unificazione delle procedure, un attore fondamentale è il personale, che deve essere adeguatamente formato da professionisti del settore.
Giunto questo livello, bisogna misurare, monitorare e rivedere ogni elemento che costituisce la procedura: condurre audit sul sistema di gestione diventa lo strumento per mettere in atto azioni correttive, mirate al miglioramento continuo.
Adesso, non resta che procedere con l’ottenimento della certificazione!

Ottenere la certificazione ISO 27001 con Aksilia

Le certificazioni ISO possono essere ottenute esclusivamente da parte di enti accreditati al rilascio.
Aksilia è uno di questi: con i suoi esperti affianca le aziende nel raggiungimento dello standard ISO 27001, che certifica e garantisce un sistema di gestione della sicurezza delle informazioni.
Scegli la nostra professionalità per intraprendere un percorso di crescita che darà qualità alla tua azienda.

Se hai trovato questo articolo interessante, leggi il nostro blog, seguici sui nostri canali social e resta aggiornato iscrivendoti alla nostra newsletter. Siamo a tua disposizione per ogni dubbio: contattaci!

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: