info@aksilia.com
+39 351 8661301
+39 02 40703351

Attacco cyber o danno tecnico?

Attacco cyber o danno tecnico?

7 giugno 2021.
Tanti siti in down e la mente va subito ad un attacco hacker. La paura che fosse in atto l’ennesimo “attentato” alla cybersecurity, mai veramente presa sul serio, ha fatto tremare il mondo del web.
Al momento, però, sembra che tale timore sia da scongiurarsi.
Sembra, infatti, che il blocco di tre giorni fa sia stato dovuto ad un problema tecnico, una CDN (Content Delivery Network). Di che cosa si tratta? Di reti utilizzate per distribuire i contenuti del sito, rendendolo più veloce e fruibile all’utente finale. Questo è possibile perché il percorso fatto dal server dai dati diventa più breve.

Il timore per la cybersecurity

I siti interessati da tale fenomeno sono numerosi: Amazon, Spotify, Il Corriere della Sera, Gazzetta dello Sport, HBO, BBC, Financial Times, PayPal, Vimeo, Stripe e tanti altri. Il crollo subìto aveva già dato alcune avvisaglie il giorno precedente con Spotify, che aveva registrato alcuni disservizi.
Sembra quindi, almeno in questo caso, scongiurato il pericolo di un attacco hacker: Fastly, fornitore americano di servizi cloud, ha dichiarato che il temporaneo down è imputabile al cedimento dei loro CDN.

Questo evento testimonia la fragilità del sistema di interconnessione che ci mette tutti in collegamento.
Il danno a un pezzo di questa catena può mandare in down così tanti siti, provocando anche danni economici, in pochi minuti.

cybersecurity

La consapevolezza dell’interconnessione

Quanto è successo alza il sipario sulla dipendenza che tutti noi abbiamo da internet: non più un luogo di conoscenza e scambio, ma una dimensione di lavoro interconnesso, in cui perdere un minuto significa avere perdite economiche. Internet si è trasformato da sistema decentralizzato a sistema che dipende dai grandi attori che svolgono alcuni compiti fondamentali. Tutto questo è fonte di fragilità.

Nessuna interferenza con la sicurezza del web, ma un guasto preoccupante che merita di fare una riflessione su come dovrà essere il futuro.

Se hai trovato questo articolo interessante, leggi il nostro blog, seguici sui nostri canali social e resta aggiornato iscrivendoti alla nostra newsletter. Siamo a tua disposizione per ogni dubbio: contattaci.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: